Infiltrazione di umidità nei muri

Posted by on Feb 23, 2018 in Consigli di Fersol | 0 comments

Infiltrazione di umidità nei muri

In presenza di danni o di difetti nell’isolamento verticale,  come ad esempio succede nei muri esterni che toccano il terreno, l’umidità può penetrare lateralmente affluendo attraverso i capillari fino ad attraversare l’intero muro, creando inestetismi di muffa e macchie a volte anche maleodoranti. Capire le cause di queste macchie sui muri, nei vari angoli delle stanze e di quelle fastidiose efflorescenze saline non è per niente semplice, soprattutto per coloro che sono dei profani in materia. Proprio per questo motivo è meglio e opportuno affidarsi a degli esperti nel settore della deumidificazione.

Cosa sono le efflorescenze saline?

Prima di tutto bisogna tener presente che queste efflorescenze sono causate dall’umidità di risalita e si vedono e si riconoscono benissimo per il loro colore bianco.

Sono dei cristalli di sale igroscopici  e un accumulo di questo sale può causare dei seri problemi agli intonaci, perché questo viene sgretolato, arrivando anche a staccare parti di muro o addirittura le piastrelle del bagno o della cucina. In questo caso ci troviamo di fronte ad un grave problema di umidità e di condensa. Prima di tutto bisogna eliminare l’umidità di risalita e misurare la quantità di sali residua per capire l’intervento necessario nella ristrutturazione, affinché non si riattivino i cristalli, portando nuovamente spaccature all’intonaco o ai tinteggi effettuati. Sarebbe poi opportuno l’utilizzo di un valido prodotto antisale da inserire nell’impasto del nuovo intonaco per rendere inattiva quella quantità di sale rimasta sui muri.

L’umidità di infiltrazione laterale sui muri fuori terra può essere causata soprattutto dagli spruzzi derivati dal passaggio sulla strade dei vari veicoli e dalle piogge battenti. La prima cosa che si pensa di fare è quella di utilizzare pitture impermeabili che possano rivestire l’involucro dell’edificio, ma non è detto che questa scelte sia la più appropriata. E’ vero che questi prodotti impediscono all’acqua di penetrare nei muri, ma contemporaneamente bloccano la traspirabilità propria delle pareti. Quindi una soluzione più idonea sarebbe quella di utilizzare dei prodotti che sono sì impermeabilizzanti per l’esterno, ma anche permeabili al vapore acqueo proveniente dall’interno dell’edificio. Bisogna perciò scegliere una pittura adatta, molto elastica, che non si lesioni con i vari assestamenti strutturali, formando così delle micro fessure dalle quali possono entrare gocce d’acqua, che inumidiscono i muri, amplificando il fenomeno dell’infiltrazione nei muri. Appare evidente che i rimedi fai da te per questi tipi di problema non si possono adottare. Solo un esperto può rendersi conto dell’effettiva gravità dell’infiltrazione e dell’umidità, capendo anche l’origine di questo fastidioso fenomeno. Egli sarà in grado di verificare la presenza di umidità da infiltrazione attraverso determinate misurazioni ponderali che eseguirà a più profondità e in diverse altezze e punti dei muri colpiti dal problema.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.