I disturbi geologici

Posted by on Mar 16, 2018 in Consigli di Fersol | 0 comments

I disturbi geologici

L’umidità di risalita può essere provocata da diversi fattori, come ad esempio i disturbi geologici.

Che cosa sono questi disturbi geologici?

Sono presenze di sorgenti di acque sotterranee, come le falde acquifere, oppure di fratture tettoniche. Come si può notare anche la spaccatura di un corpo roccioso può portare dei problemi. Infatti le rocce sotterranee possono rompersi per frattura o per compressione, creando delle spaccature che fanno risalire nel tempo l’umidità dal sottosuolo. Perciò prima di edificare un terreno è bene effettuare una  ispezione per valutare e studiare nei minimi particolare le sue condizioni geologiche: eventuali presenze di faglie, spaccature pericolose, falde acquifere o pendenze che non permettono un buon flusso drenante dell’acqua. In questo modo si potranno evitare tutti quei disagi futuri alle persone che abiteranno in quella casa, avendo poi all’interno un certo benessere abitativo. Anche perché i muri umidi in una casa non sono un problema da trascurare. Ormai sappiamo che la prima cosa da fare è quella di individuare con tempestività le cause e di conseguenza il tipo di umidità per un intervento veloce ed efficace.

Se l’edificio è stato costruito con pendenze verso la struttura stessa e il terreno edificato è poco drenante, sorgeranno dei gravi problemi di umidità perché durante le piogge o con abbondanti nevicate l’acqua tenderà a scorrere verso l’edificio stesso, compromettendo la struttura a causa delle molteplici infiltrazioni.

Nel caso invece delle falde acquifere l’umidità di risalita avviene se la struttura è stata edificata senza adeguate norme di isolamento totale dal terreno. L’umidità poi farà un suo percorso ben definito: prima di tutto appaiono delle macchie, poi gli intonaci tendono a staccarsi dai muri, così pure può succedere con la pittura, che sollevata si stacchi completamente. Non bisogna mai sottovalutare il problema perché una casa deve avere certe caratteristiche ben precise per essere confortevole e, in particolar modo, sicura.

L’umidità di tutti gli immobili va valutata e studiata in maniera tecnico-scientifica, proprio perché alla base ci sono dei veri principi fisici da prendere in considerazione e questo può essere fatto solo da un tecnico, che con occhio esperto capisce immediatamente come arginare o risolvere prontamente il problema.

Bisogna però tener presente che il problema va eliminato alla radice, cioè capire come intervenire efficacemente e non con rimedi fai da te, oppure provvisori, che vanno cioè a tamponare temporaneamente il disturbo, ma senza eliminarlo completamente. Ogni situazione è a sé, ecco perché è meglio rivolgersi ad un esperto che sappia consigliare la soluzione migliore, perché ogni problema richiede un intervento specifico, ogni problema ha una causa di versa.

Gli interventi possono essere molteplici, anche se quelli più efficaci sono i seguenti:

  1. proteggere le pareti esterne dell’edificio con materiali impermeabili, applicati sia in verticale, sia in orizzontale;
  2. applicare dei validi sistemi di drenaggio per far confluire le acque in pozzi creati ad hoc.

Come si può notare queste sopra menzionate sono veramente delle misure correttive. La casa in questo modo godrà sempre di ottimi condizioni, rendendo abitabile ogni stanza. La gradevolezza  di un habitat, infatti,  dipende molto dal clima che si viene a creare al suo interno, cioè piuttosto equilibrato, con temperature costanti e senza la presenza di umidità.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.