Perchè isolare la casa conviene sempre

Posted by on Apr 29, 2016 in Consigli di Fersol | 0 comments

Perchè isolare la casa conviene sempre

 

Quando si parla di isolamento termico, detto anche coibentazione termica, si intende trovare e applicare tutti i nuovi ritrovati, tutte le operazioni attuate per ridurre il flusso termico di calore che viene scambiato tra due ambienti che presentano temperature diverse. L’isolamento termico è utilizzato nell’edilizia soprattutto per contenere il calore all’interno degli edifici, compresa anche la protezione dal caldo estivo. Un buon isolamento, infatti, funga anche da di schermo per il calore. L’ANIT (Associazione nazionale per l’isolamento termico e acustico ) è l’associazione nazionale che si occupa dell’Isolamento termico. Per raggiungere degli ottimi risultati, quindi, è necessario adottare soluzioni costruttive e tecnologiche affinché si riducano al massimo le dispersioni di calore verso l’ambiente esterno in inverno e l’accesso del calore in casa durante il periodo estivo. Se si seguono tutte le norme di Legge e tutti i criteri sopra elencati, possiamo dire di aver costruito una casa ad alto grado di isolamento termico, una CASA ENERGETICA.
Le Leggi che regolano tutti gli interventi relativi all’isolamento termico in edilizia sono dettate dalla Comunità europea a cui tutti i progettisti ed i tecnici devono attenersi, anche perché alla fine dei lavoro dovranno rilasciare una certificazione energetica.
Pertanto tutto ciò che riguarda l’involucro di una abitazione va studiato nei minimi particolari, facendo attenzione anche ai materiali, sia se tratta di una nuova costruzione sia se si parla di una ristrutturazione. Sappiamo infatti tutti che un edificio se viene isolato bene dal punto di vista termico presenta dei grandi vantaggi sia per l’ambiente sia economici. Per l’ambiente perché viene immessa nell’aria una quantità minore di combustibile fossile, per l’aspetto economico perché l’importo delle bollette si ridurrebbe notevolmente, fino a raggiungere circa il 70% di risparmio. Inoltre, anche per il 2016 si possono avere degli inventivi statali, fino al 65%, su ogni intervento effettuato.
Infine, e non ultimo, migliore sarà anche il comfort abitativo, perché la casa deve essere il luogo dove vivere bene e in armonia con se stessi e la natura. Non c’è niente di più bello che godere, all’interno di ogni stanza, di una temperatura interna ottimale che sia sempre costante ed omogenea.
La salute prima di tutto, perciò è importante anche la scelta giusta dei materiali isolanti, tenendo presente che le parti dell’involucro da isolare sono:
a. coperture;
b. pavimenti posizionati su ambienti non riscaldati;
c. pareti esterne.
L’isolamento dall’esterno può essere fatto a cappotto termico, con l’utilizzo di pannelli incollati sulla struttura dell’edificio già esistente, così si riducono i ponti termici, si evita la formazione di muffe.
L’isolamento nell’intercapedine permette, invece, l’isolamento all’interno dei muri su strutture già esistenti. Quando si va ad agire all’interno di queste intercapedini si usa l’insufflazione di diverso materiale, a seconda della scelta fatta.
L’isolamento interno si ottiene rivestendo le pareti dall’interno, soprattutto per quegli interventi dove non è possibile modificare le facciate. Bisogna però tener presente che tale intervento sottrae spazio alla superficie utile delle stanze.

casa-te-pagli

Rispondi