La coibentazione di una casa

Posted by on Lug 6, 2015 in Consigli di Fersol | 0 comments

La coibentazione di una casa

Che cos’è la coibentazione?
La coibentazione è una tecnica utilizzata per isolare due ambienti che presentano diverse condizioni ambientali, in modo che tra questi non ci sia uno scambio di calore o di vibrazioni sonore. Pertanto si comprende subito che questa tecnica può offrire un ottimo isolamento sia dal punto di vista termico sia acustico.
Si può coibentare il tetto per impedire l’ingresso di calore durante la stagione estiva, oppure il freddo durante quella invernale. Nel tetto la coibentazione può essere realizzata direttamente sulle falde oppure nel sottotetto se questo non è abitabile.
Analogamente si può coibentare anche una parete che divide due ambienti per aumentare la resistenza termica. Tutto questo può avvenire attraverso l’impiego di materiali che presentano una elevata resistenza termica oppure prestando attenzione ad alcuni accorgimenti costruttivi.
Dobbiamo infatti renderci conto che uno scarso o inadeguato isolamento termico provoca solamente enormi sprechi energetici, perciò “coibentazione” di una casa è sinonimo di risparmio energetico e, di conseguenza, di denaro. Le bollette della luce e del gas caleranno drasticamente e, inoltre, all’interno della casa si percepirà anche uno status di benessere fisico.
Oltre a tutto ciò bisogna ricordare che se si decide di procedere alla coibentazione esistono anche degli incentivi, tramite detrazioni fiscali da scaricare sul Modello Unico/ 730. La detrazione, infatti, che è pari al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, è riconosciuta anche sulle spese che sono state sostenute per ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento e per la climatizzazione. Il risultato finale dovrà essere quello di poter ottenere un adeguato miglioramento termico dell’edificio attraverso una buona coibentazione.
Quindi… Perché non rendere efficiente la propria casa, partendo proprio dalla coibentazione?
La prima cosa che dovete fare è quella di chiedere una consulenza gratuita ad un esperto per valutare accuratamente la situazione del vostro edificio e, di conseguenza, fare scelte giuste e finalizzate al raggiungimento dell’obiettivo. Grazie ad un sopralluogo si eseguiranno le opportune verifiche per individuare i punti dove l’edificio ha più bisogno di intervento e, solo successivamente, verrà redatto un progetto e, infine, un preventivo scritto.
E’ importante porre attenzione al problema perché per isolare una casa possono esserci diverse metodologie. Ad esempio, se decidiamo di isolare termicamente le pareti perimetrali di una casa si possono essere adottare tre metodologie:
1) tramite isolamento interno;
2) tramite isolamento nell’intercapedine;
3) tramite isolamento esterno.
Queste tre tecniche possono essere applicate anche contemporaneamente, specialmente se si intende procedere con più interventi in momenti diversi.
E’ importante ricordare che una casa che è stata isolata termicamente è anche una casa che vale di più, perché la classe energetica di un edificio è molto importante, visto che non solo aumenta di classe, ma anche di valore.
Un ottimo isolante termico ad esempio può essere la lana di vetro, che è un valido materiale termoisolante, composto di residui vetrosi che vengono miscelati con sabbia e il tutto viene portato a fusione a una temperatura molto elevata. In questo modo si ottiene un materiale resistente alle elevate temperature ed ignifugo. Inoltre ha ottime proprietà non solo come isolante termico, ma anche come assorbimento acustico.
E’ bello avere una casa sempre fresca d’estate e calda d’inverno.

 

costruzione-casa-600-x-400

Rispondi