Isolare casa: l’ambiente ci guarda.

Posted by on Mar 15, 2016 in Consigli di Fersol | 0 comments

Isolare casa: l’ambiente ci guarda.

L’ambiente circostante ogni giorno ci guarda e ci chiede “aiuto, e noi dobbiamo soccorrerlo.
Per isolare casa la nostra risposta è una sola: ISOLAMENTO TERMICO DEGLI EDIFICI CON MATERIALI ECO-SOSTENIBILI
E’ importante ricordare che oggi l’edilizia, nonostante sia la maggiore responsabile del problema ambientale, sta compiendo innovazioni troppo lentamente rispetto alle necessità richieste dagli edifici sia di nuova costruzione sia già presenti sul territorio. Oggi siamo sempre più sensibili al bisogno e alla necessità di creare una vera sostenibilità ambientale ed efficienza energetica E’ importantissimo, quindi, sviluppare nuove competenze tecnico-scientifiche per ottenere tutti i risultati possibili avuti dalla ricerca sui nuovi materiali e nuove tecnologie.
L’Italia, come altri Paesi del mondo sviluppati, stanno cercando il modo di creare materiali sempre più ecologici per tutelare al massimo non solo la salute delle persone, ma di tutto l’ambiente naturale. Si è quindi aperta la strada per la ricerca della sostenibilità, per ottenere adeguati equilibri tra l’uomo e l’ambiente, tra la natura e le numerose attività umane. Così l’Unione Europea con la strategia del “20 20 20” vuole affrontare diverse questioni per raggiungere degli obiettivi ben precisi: limitare le emissioni di CO2, sviluppare il risparmio energetico e aumentare la quota di energia rinnovabile.
Il riscaldamento è una delle cause di inquinamento atmosferico, perciò se la casa ha un buon isolamento termico si potranno ridurre tutte quelle problematiche ambientali pericolose sia per l’uomo, sia per la natura. Appare quindi palese che il collegamento fra inquinamento atmosferico e riscaldamento degli edifici è enorme, perciò e necessario trovare un mezzo per ridurre tale consumo.
La risoluzione di tale problema può avvenire seguendo strade diverse, ma quella più significativa rimane senza dubbio la riduzione delle dispersioni termiche dell’edificio mediante l’isolamento di tutto l’involucro. I materiali utilizzati per l’isolamento termico non dannosi possono essere molteplici, ma vale la pena soffermarsi sulla lana di vetro. Questo materiale si ottiene da materiale ecologico e ha le caratteristiche adatte per soddisfare tutte queste esigenze. L’isolamento avviene attraverso le intercapedini con una macchina insufflatrice senza cambiare le facciate, senza sporcare in modo eccessivo, perché l’intervento non è invasivo. Inoltre i costi sono molto limitati.
Ascoltiamo l’ambiente e la nostra coscienza. I mezzi ci sono, basta saper scegliere.

 

casa-fiore-550

Rispondi