Ecobonus 2017

Posted by on Mag 10, 2017 in Agevolazioni fiscali | 0 comments

Ecobonus 2017

 

Con la Legge di stabilità 2017 sono stati prolungate le erogazioni delle detrazioni fiscali riguardanti l’efficienza energetica. Questo incentivo è stato soprannominato “ECOBONUS” per sostenere la realizzazione di opere realizzate per l’efficienza energetica nella misura del 65% fino al 31 dicembre 2016. Mentre è stata approvata la proroga di un anno, cioè fino al 31 dicembre 2017, con detrazioni al 50% per tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia. Questo vale sia per gli interventi per adottare misure antisismiche, sia per la riqualificazione energetica di tutti gli edifici.

Gli obiettivi sono:

  • ridurre le spese per il fabbisogno energetico per il riscaldamento e per il refrigeramento;
  • migliorare il rendimento termico dell’abitazione;
  • utilizzare caldaie a condensazione;
  • istallare pannelli solari;
  • utilizzare scaldacqua a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.

Nel caso di impianti a pompa di calore, la condizione per poter usufruire delle detrazioni previste per il 2016 è quella di attivare sistemi ad alta efficienza e che la loro installazione costituisca una sostituzione completa dell’impianto di riscaldamento esistente.

Le detrazioni fiscali del 65% si possono essere applicate su vari interventi di riqualificazione energetica eseguiti su edifici di qualsiasi categoria, purché già esistenti e dotati di impianto di riscaldamento, come abitazioni, uffici, negozi, ambulatori ecc… L’Ecobonus 2017 riguarda anche le agevolazioni estese ai condomini fino al 75% dell’importo sostenuto per le spese di ristrutturazione e potrà essere richiesto fino al 2021. Inoltre, dal 1° gennaio 2017 possono usufruire della detrazione anche gli istituti autonomi di case popolari così denominati.

Per quanto riguarda la ristrutturazione edilizia, la detrazione è solitamente definita al 50%., ed  è applicabile solamente sulle spese sostenute per lavori eseguiti su abitazioni o su parti comuni di edifici residenziali.

I contribuenti che possono usufruire della detrazione fiscale del 65% o del 75% nel caso di interventi condominiali sono:

  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciali;
  • persone fisiche, cioè titolari di un diritto reale sull’immobile, siano essi inquilini, coloro che possiedono un immobile in comodato, familiari o conviventi che sostengono le spese;
  • le associazioni tra professionisti;

La modalità di rimborso dell’Ecobonus in relazione alle spese sostenute rimane invariata rispetto a quanto previsto nei precedenti anni sulla detrazione fiscale, infatti il rimborso viene suddiviso in rate dalla durata di 10 anni.

Per avere diritto alla detrazione fiscale e all’agevolazione Irpef o Ires è necessario conservare correttamente tutti i documenti necessari per dimostrare gli effettivi interventi effettuati e le relative spese sostenute.

 

Rispondi