Barriera chimica

Barriera chimica

 

Ecco di seguito una delle varie tecniche che utilizziamo per debellare completamente l’umidità con una barriera chimica.

Inseriamo nel muro umido, con un sistema a lenta impregnazione a caduta, una potente barriera chimica a base di idrorepellente siliconico costituito da una soluzione acquosa di metilsiliconato di potassio che serve a creare una zona idrorepellente che per il fenomeno dell’inversione del menisco è in grado di impedire la risalita dell’acqua per capillarità.

Il prodotto iniettato a bassa viscosità, ha il grande vantaggio di essere inodore e atossico, e catalizza con l’anidride carbonica presente in atmosfera.

I fori praticati sono di pochi mm, sufficienti a consentire l’innesto del diffusore da 1,30 litri. Sono eseguiti con il sistema delle sequenze progressive, su due linee sfalsate ad un interasse variabile da 25 a 10 cm a seconda dello spessore del muro ad una profondità, per le murature in mattoni, pari all’80% del muro.

Il prodotto iniettato catalizza in presenza di umidità ed è perciò efficace entro qualche giorno dal suo inserimento nelle murature umide. La deumidificazione è totale e sicura.

barriera-chimica-lenta-impregnazione

barriera-chimica-esterno-2-rid

Nella foto sotto vediamo un intervento con iniettori a bassa pressione.

barriera-chimica-inserimento