I Comuni italiani e l’energia solare

Posted by on Mar 27, 2017 in Consigli di Fersol | 0 comments

I Comuni italiani e l’energia solare

 

Legambiente, come di sua consuetudine, stila un bilancio ad inizio anno per analizzare i risultati ottenuti in campo di eco sostenibilità. L’Istituto di ricerca Ambiente italiana ha stretto un rapporto di collaborazione con Legambiente per analizzare i diversi indicatori di ecosistema e redigere dei numeri sugli accorgimenti utilizzati in città inerenti le energie rinnovabili. Gli indicatori selezionati per stilare la graduatoria di Ecosistema Urbano sono stati presi in considerazione diversi componenti ambientali che possono essere presenti in una città: aria, acque, rifiuti, trasporti e mobilità, energia, politiche ambientali pubbliche e private, spazio e verde urbano. In questo modo sono scaturiti dei parametri di tutto l’ecosistema urbano.

Per analizzare la qualità dell’aria è stata esaminata prima di tutto la concentrazione nell’aria di biossido di azoto (NO2), che costituisce, insieme all’ozono, uno tra i maggiori problemi con cui i vari devono costantemente confrontarsi. Infatti le emissioni di ossidi di azoto prodotti dalla combustione, specialmente nei centri urbani, con il grande traffico di automobili e dal riscaldamento per uso domestico, hanno creato nel corso degli ultimi anni dei grossi problemi di inquinamento ambientale.

Altro aspetto che presenta problematiche è la produzione di rifiuti urbani. Infatti la produzione sempre maggiore di rifiuti è diventata una tra le pressioni ambientali più urgenti delle nostre città; in alcune, addirittura, sono scoppiate delle vere e proprie emergenze inerenti alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. Questa problematica è talmente incalzante che la riduzione della produzione dei rifiuti è diventato un obiettivo di tutte le politiche europee e nazionali. Si è partiti quindi con la raccolta differenziata e, in alcuni Comuni, anche il “porta a porta”.

Si potrebbe continuare all’infinito, ma questi pochi esempi ci fanno capire quanto bisogna essere attenti all’ambiente.

Che importanza hanno in tutto questo le energie rinnovabili, come il fotovoltaico?

E’ necessario fornire delle fonti di energia a minor impatto ambientale, perciò sono state adottate delle politiche ben precise per affrontare questo argomento. A tal proposito si è provveduto a semplificare le procedure per l’istallazione di impianti solari fotovoltaici, a dare precise norme da seguire nell’edilizia, incentivi riguardanti il risparmio energetico e per l’impiego di fonti di energia rinnovabili, all’acquisto da parte dell’Amministrazione di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, alla realizzazione di interventi di risparmio energetico sugli edifici comunali.

Misurare la qualità della vita urbana è dunque un’operazione molto complessa perché sono tante le problematiche. Certo che cominciare con l’utilizzo di certi accorgimenti, come il fotovoltaico, potrebbe cambiare di molto la qualità della vita e dell’ambiente in cui l’uomo vive, anche perché egli ha solo questo e non ci sono riserve.

 

Rispondi